Bilancio 2016 e prospettive per il futuro

Bilancio 2016 e prospettive per il futuro


Il prossimo 12 giugno gli iscritti saranno convocati in Assemblea per la presentazione da parte del Consiglio del bilancio consuntivo per l’esercizio 2016 e quindi per una riflessione sulle risultanze economiche, ma anche sulle attività realizzate e sulle prospettive per il prossimo futuro.
Va subito detto che purtroppo, nonostante tutti gli sforzi messi in atto dal Consiglio per contenere le spese, effettuando ogni possibile intervento di razionalizzazione e di miglioramento dell’efficienza nei diversi comparti in cui si articola l’Ente, nonché per incrementare le entrate ordinarie e straordinarie, anche il 2016, così come il 2015, ha rappresentato per la Comunità un anno molto difficile.
L’atteso miglioramento del conto economico per l’accreditamento della Casa di Riposo e la conseguente corresponsione del canone concessorio da parte della Cooperativa GT non si è verificato per i gravi ritardi nella delibera dell’ASL, che per l’intero anno 2016 ha richiesto continui interventi integrativi e modificativi, producendo l’effetto che l’accreditamento previsto per il primo semestre del 2016 sia stato ottenuto solo alla fine del primo trimestre del 2017.
Anche la Scuola ha continuato a rappresentare un costo elevatissimo, che pure riteniamo di difficile comprimibilità oltre certi livelli. Essa rappresenta infatti il principale investimento per il futuro della Comunità e costituisce peraltro un’istituzione di assoluta eccellenza, grandemente apprezzata in ambito ebraico e, più in generale, a livello cittadino.
Alla fine del corrente anno scolastico Sonia Brunetti, che per decenni l’ha guidata con grande competenza e dedizione, lascerà la Direzione per collocamento in quiescenza. A lei va l’espressione della più sentita gratitudine di tutta la Comunità per l’ottimo lavoro svolto.
A sostituirla nel ruolo di Coordinatore didattico-educativo il Consiglio, dopo l’espletamento di un bando pubblico nazionale, ha chiamato Marco Camerini, una risorsa di elevata professionalità nel campo della formazione e dotato di una profonda conoscenza della cultura ebraica, che assumerà il proprio incarico dall’inizio del nuovo anno scolastico. Il dott. Camerini, al quale rivolgiamo i nostri migliori auguri di un proficuo lavoro nel delicato compito che si accinge ad assumere, verrà presentato agli iscritti nel corso dell’Assemblea del 12 giugno.
I servizi sociali e culturali messi a disposizione dell’utenza nel 2016 sono stati molto ampi per dimensione e per diversificazione dell’offerta, con un gradimento complessivo che rite-niamo piuttosto elevato.
Sul fronte delle entrate, nonostante l’impegno profuso dal Consiglio, permane molto critica la situazione del gettito dei contributi comunitari, per i quali non si registrano segnali di disponibilità a una maggiore contribuzione anche da parte di persone che non avrebbero particolari difficoltà ad aumentare il proprio sostegno di fronte a una situazione economico-finanziaria che non è esagerato definire drammatica.
L’unico sollievo deriva dalle dismissioni dell’immobile di via Lombroso e di quello di corso Duca degli Abruzzi, entrambe perfezionate nei primi mesi del 2017. Ma certamente non è ipotizzabile poter dismettere ogni anno parte del patrimonio immobiliare, che, se ben gestito e dopo aver effettuato gli indispensabili lavori di ristrutturazione, può garantire un certo reddito.
Le sfide che la Comunità è chiamata ad affrontare sono vaste in un contesto internazionale, nazionale e cittadino estremamente complesso e denso di gravi preoccupazioni.

Solo un attivo coinvolgimento di tutti gli iscritti nei destini della Comunità e il riconoscimento della necessità dell’assunzione di precise responsabilità nei confronti della nostra casa comune potrà garantire che si possano ancora fornire per i prossimi anni gli indispensabili servizi culturali, sociali e culturali, assicurando per ciascuno di essi una qualità all’altezza delle legittime aspettative degli utenti.

Vi attendiamo numerosi all’Assemblea per una presentazione dettagliata da parte del Consi-glio dell’attività svolta e dei problemi aperti e per un ampio, e quanto mai necessario, confronto di idee e di proposte progettuali con tutti Voi.


Dario Disegni

Sivan -Tammuz 5777 Giugno 2017

Additional information